Print Facebook Twitter Google+ Email

Diversi per storia, ma non per finalità, i Collegi universitari legalmente riconosciuti dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (M.I.U.R.) sono un unicum nel panorama universitario italiano, con forti radici in Europa. Già nel Medio Evo si incontra in nuce l'esperienza dei Collegi: essi sono stata parte attiva fin dall'inizio della storia dell'Università europea.
I primi Collegi universitari italiani risalgono al XIV secolo, ma la loro diffusione avvenne soprattutto tra il XVI e il XX secolo (Collegio de' Nobili San Carlo, XVII sec.), con l'obiettivo particolare di offrire un aiuto concreto, favorendo così una promozione sociale fondata sul merito più che sul censo. I quattordici Enti sono riconosciuti dal M.I.U.R.nel 1954. Gestiscono complessivamente 45 residenze in 14 città. Sebbene si tratti istituzioni di natura giuridica privata, esercitano funzioni di interesse pubblico, contribuendo ad ampliare l'offerta formativa universitaria: il loro obiettivo principale è infatti quello di valorizzare lo studente come persona, più che come risorsa o elemento del sistema.
I punti di forza dei Collegi legalmente riconosciuti sono l'interdisciplinarietà dell'atmosfera, la ricchezza culturale derivante da una vivace comunità intellettuale, la condivisione di motivazioni etiche e di criteri di valutazione necessari all'esercizio delle professioni, l'apprendimento delle regole della convivenza e delle relazioni sociali, la qualità della residenzialità e dei servizi. Obiettivo primo è quello di garantire agli studenti condizioni favorevoli per ridurre gli abbandoni e conseguire il titolo universitario in tempi brevi e con i migliori risultati.
I Collegi realizzano attività didattiche, scientifiche, di orientamento e di tutorato e, sulla base di un'apposita intesa con la Conferenza permanente dei Rettori (C.R.U.I.), stipulano convenzioni con le Università per il riconoscimento di alcune attività didattiche, alle quali vengono riconosciuti crediti accademici. Nel 1997 i Collegi universitari legalmente riconosciuti decisero di costituire un organo che li rappresentasse all'esterno e che svolgesse funzioni di coordinamento e di promozione di azioni comuni. Nacque così la Conferenza permanente dei Collegi Universitari legalmente riconosciuti.
Il Collegio San Carlo nel 2001 è entrato a far parte della Conferenza, è membro di Giunta e ha svolto la funzione di presidenza nell'a.a. 2009-2010.




Realizzazioni siti web Intertech Italia